neve

Oggi cado, salto, mi butto.

La concitazione del momento, quando non sono più ancorato a terra.

In questa sospensione, un attimo cronologico ma un’ eternità psicologica, sento l’adesso.

L’adesso che ancora non è ricordo, che non si preoccupa nemmeno dell’anticipazione.

Senza passato, senza futuro. 

E’ presente solo la gravità che mi riporta a Terra.

E poi la neve.

Sono nato mentre nevicava e forse, poco prima, mi sentivo così.

(fotografia: Valtellina, Gennaio 2014)

Article link

Una radice in una mano e il cielo nell’altra

Una radice in una mano e il cielo nell’altra.

Si scrive necessità, si legge rinascita.

Evasioni in lockdown – ritratto di Diana Pascu.

(fotografia: Carate Brianza, Novembre 2020)

A root in one hand and the sky in the other.

Write it as need, read it as rebirth.

Distractions during lockdown – Diana Pascu portrait.

translation: Ann Grigg

Article link