#59

Ci vorrebbe più rispetto e considerazione per il passo, anche per quello che inciampa. Quindi per la pianta che ci fa mettere radici nel cammino. Per l'impronta che espande i rami nell'aria delle intuizioni. Uso i piedi per pensare e soprattutto per fotografare. Scegliere bene le scarpe è il primo atto di osservazione. I piedi sono i semi della cultura, il cervello pulsante una loro fioritura. Le parole, per definizione, hanno infausto compito. Il passo appassisce quindi in un attimo, le parole traghettano il cadere dei petali che finiscono. L’uomo inventò la storia.

#56

Mi aspettavo qualcosa di diverso prima che accadesse. Sarà sempre un'altra cosa. Due tempi che non posso vivere sulla stessa strada. Cammino per l’incontro con il presente. Come fumo si dilegua al primo pensiero e i passi riprendono. Passato e futuro continuano ognuno per la propria via, fino al prossimo ritorno.